Kena: Bridge of Spirits – quando l’Indie è Tripla A

KenaBridgeofSpirits-Copertina

Ember Lab si presenta come un piccolo team, fondato dai due fratelli Mike e Josh Grier. Dal 2009 ad oggi hanno reso il loro stile particolare, con opere uniche nel loro genere. Alla loro vera prima esperienza con un videogioco, riusciranno a farsi riconoscere?

Ember Lab è pronta a lanciarsi nel mondo dei Videogames

Kena: Bridge of Spirits fa parte di quella categoria di giochi che solamente negli ultimi anni sta prendendo piede nel mondo videoludico: gli Indie. Team piccoli, ma spesso con grandi capacità, stanno facendo il successo di questo genere di videogiochi. Un genere indefinito, che può racchiudere qualsiasi cosa, dal GDR al Metroidvania. L’importante, sempre di più, è che gli sviluppatori “sprizzano passione da ogni poro“! Parliamo di titoli che ci mettono anni a vedere la luce, spesso sono finanziati dai fan tramite raccolte fondi. Ma il bello di tutto ciò è che le Major stanno finalmente notando questo mondo, lo stanno mettendo in primo piano, in mezzo ai titoli Tripla A, e questo fa onore a tutti gli sviluppatori che stanno rendendo grande questo genere.

Ma torniamo a Kena…

Ember Lab si è presentata alla conferenza Sony dedicata alla PS5 ed ai suoi videogiochi con un titolo che tutto sembra, tranne che un indie. E non è un male o un aspetto negativo, anzi, stanno dimostrando che anche un team piccolo è in grado di fare grandi cose! Ma osservando il loro portfolio, non potevo aspettarmi di meno. Ember Lab ha lavorato alla campagna pubblicitaria della Coca-Cola del 2016, dedicata al mercato cinese ed al loro Capodanno. Di sicuro sanno il fatto loro (e lo sanno, ve lo assicuro, questo spot è magnifico!).

Kena: la nuova guerriera Sony

I videogiochi sono ricchi di protagoniste agguerrite, coraggiose e senza limiti, pronte a tutto pur di raggiungere il loro obiettivo. Lo abbiamo visto con Aloy in Horizon Zero Dawn (e lo vedremo in Horizon Forbidden West su PS5), con Kara in Detroit: Become Human, a breve lo vedremo con Ellie in The Last Of Us Part2 e non sono state da meno Chloe e Nadine in Uncharted L’Eredità Perduta. Kena si va quindi ad unire ad un gruppo importante, su cui la Sony ed i team di sviluppo puntano ormai da anni.

Kena è una giovane ragazza, ma con una missione importante e con poteri che ancora non conosce del tutto. Nonostante ciò, il suo viso è determinato, ed anche se di fronte ai nemici sembra esitare, il coraggio non le manca. Inizierà il suo viaggio attraverso un villaggio abbandonato, ma sarà proprio qui, in un luogo nascosto dalla foresta che incontrerà i Rot, piccoli Spiritelli in grado di aiutarla nel suo viaggio.

Molto probabilmente saranno proprio loro a rendere questo titolo un Gioco di Ruolo, grazie alla loro capacità di insegnarci nuove abilità, di farci scoprire segreti e di modificare la natura attorno a noi. La natura stessa giocherà probabilmente un ruolo fondamentale in tutto il nostro viaggio con Kena. Gli stessi nemici sono composti dalla natura distrutta e da Rot “corrotti” ed intrappolati. Sarà quindi nostro compito salvarli e riportare tutto al suo equilibrio iniziale.

Il viaggio di Kena ha quindi un ruolo fondamentale nel mondo che la circonda. Non si tratta di una semplice avventura, ma di un qualcosa di più profondo.

Gameplay: esplorazioni e GDR

Nel trailer di Kena: Bridge of Spirits abbiamo potuto dare un primo sguardo al combat system, che mescolerà attacchi corpo a corpo (con l’arma che ha in pugno Kena) ed attacchi a distanza (con l’arco e con la magia). Saremo quindi noi a decidere come combattere? Le tecniche si dovranno non solo adattare a noi, ma soprattutto al nemico? È ancora presto per dirlo, ma sicuramente sarà possibile approcciarsi al mondo che ci circonda in tanti modi diversi.

Durante la nostra avventura probabilmente incontreremo degli enigmi ambientali, che supereremo non solo grazie alle nostre capacità, ma soprattutto all’aiuto dei Rot (come si vede nel trailer, quando spostano una statua). Questi Spiritelli non saranno quindi solo un tenero contorno alla storia, ma dei veri e propri protagonisti, indispensabili per la nostra avventura.

Kena: Bridge of Spirits è un must-wanted

Grazie a Kena, una protagonista giovane e determinata, ai Rot, i piccoli Spiriti della Foresta, ed ad un trailer ricco di immagini diverse, di magia, di musica stupenda e di piccole anticipazioni, Kena: Bridge of Spirits è nella lista dei must-wanted di moltissimi giocatori.

Io sicuramente sono in trepida attesa, non vedo l’ora che si inizi a parlarne di più. Soprattutto ho bisogno di una data di uscita, il prima possibile!

Sandrine The Gamer
PSN: SandrineWriter

Due sono le mie grandi passioni: scrivere ed i videogiochi. In questo blog, le mie due passioni si uniscono per creare un mix esplosivo di articoli di ogni genere! Dalle mie esperienze personali fino alla pura informazione, sempre alla ricerca del meglio!
The Gamer & the Cat è semplicemente questo, una Gamer ed il suo Gatto, sempre insieme in ogni avventura!

InstagramEmail
Condividilo con i tuoi amici!